Comuni Italiani Amministrazione locale e le principali istituzioni storiche che hanno esercitato le proprie funzioni sul territorio del comune di Mesenzana (regione Lombardia)

Profilo Istituzionale Comune di Mesenzana

Secolo XV - 1757
Mesenzana fece parte del feudo della Valtravaglia, infeudato ai Rusca dal 1438, poi del feudo di Luino, che divenne possesso dei Lonati e poi dei Marliani. Le terre del feudo, eccetto Luino, furono cedute nel 1694 ai Moriggia, che le tennero fino al 1783 (Casanova 1930, pp. 56, 76).

Secondo le risposte ai 45 quesiti del 1751 della II giunta del censimento, il comune, che faceva sempre parte della pieve di Valtravaglia, era infeudato al marchese Cosmo Cesare Moriggia, cui pagava annualmente 88 lire e quattro soldi.

Il giudice competente risiedeva a Porto e percepiva sei lire e 15 soldi dalla comunità. Il console del paese non prestava giuramento ad alcuna banca criminale.

Quando era necessario tenere consiglio, il console, andando casa per casa, convocava i cittadini per il giorno successivo nella pubblica piazza, alla presenza del sindaco, dello stesso console, del cancelliere e dei capi d'estimo. Il sindaco era eletto dalla comunità; le cariche di console e di cancelliere venivano messe all'incanto. Sindaco e cancelliere potevano restare in carica per più anni; il console mutava ogni anno, purché ci fosse qualcuno che facesse una migliore offerta.

Il cancelliere risiedeva a Mesenzana e curava la conservazione delle pubbliche scritture, non esistendo un archivio. Per la sua attività percepiva 15 lire all'anno.

Il comune, che contava circa 310 abitanti, non disponeva di procuratore né agente a Milano

(Risposte ai 45 quesiti, cart. 3038, vol. XX - XXI, Como, n. 2, Valtravaglia, fasc. 30).

1757 - 1797
Secondo il compartimento territoriale del 1757 Mesenzana era una delle comunità della pieve di Valtravaglia (editto 10 giugno 1757). Il comune entrò nel 1786 a far parte della provincia di Gallarate, poi di Varese, con le altre località della pieve, a seguito del compartimento territoriale della Lombardia austriaca, che divise il territorio lombardo in otto province (editto 26 settembre 1786). Nel 1791 le località della Valtravaglia risultavano inserite nella provincia di Milano (compartimento 1791).
1798 - 1815
A seguito della legge 26 marzo 1798 di organizzazione del dipartimento del Verbano (legge 6 germinale anno VI bis) il comune di Mesenzana venne inserito nel distretto della Malgorabbia. Soppresso il dipartimento del Verbano (legge 15 fruttidoro anno VI), con la successiva legge 26 settembre 1798 di ripartizione territoriale dei dipartimenti d'Olona, Alto Po, Serio e Mincio (legge 5 vendemmiale anno VII), Mesenzana entrò nel distretto XVI di Luino, che faceva parte del dipartimento dell'Olona. Con il compartimento territoriale del 1801 il comune fu collocato nel distretto II di Varese del dipartimento del Lario (legge 23 fiorile anno IX). Nel 1805 il comune di Mesenzana venne inserito nel cantone VIII di Luino del distretto II di Varese del dipartimento del Lario. Il comune, di III classe, aveva 401 abitanti (decreto 8 giugno 1805).

A seguito dell'aggregazione dei comuni del dipartimento del Lario (decreto 4 novembre 1809, Lario), in accordo con il piano previsto già nel 1807 e parzialmente rivisto nel biennio successivo (progetto di concentrazione 1807, Lario), il comune denominativo di Mesenzana, con i comuni aggregati di Brissago, Grantola, Mesenzana, Roggiano, e con 1101 abitanti complessivi, figurava nel cantone V di Luvino del distretto II di Varese, e come tale, comune di III classe, fu confermato con il successivo compartimento territoriale del dipartimento del Lario (decreto 30 luglio 1812).

1816 - 1859
Con l'attivazione dei comuni della provincia di Como, in base alla compartimentazione territoriale del regno lombardo- veneto (notificazione 12 febbraio 1816), il comune di Mesenzana fu inserito nel distretto XXI di Luvino.

Mesenzana, comune con convocato, fu confermato nel distretto XXI di Luvino in forza del successivo compartimento territoriale delle province lombarde (notificazione 1 luglio 1844).

Nel 1853 (notificazione 23 giugno 1853), Mesenzana, comune con convocato generale e con una popolazione di 578 abitanti, fu inserito nel distretto XXI di Luvino.

Fonte
Progetto CIVITA - Le istituzioni storiche del territorio lombardo © 2000 - Regione Lombardia

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda del comune di Mesenzana, inviaci un'email

Pagine Utili
Informazioni sul Comune di Mesenzana
Lista Stemmi Provincia di Varese
Notizie Regione Lombardia

Cerca nel sito

 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati