Comuni Italiani Curiosità su Rovigo. Parliamo di: La Rotonda, il Corso del Popolo, l'Accademia dei Concordi, i segreti del Polesine, la fiera rodigina, la Bibbia Istoriata Padovana, la gastronomia rodigina

Appunti e Curiosità su Rovigo

La città si è probabilmente sviluppata intorno al X secolo, in coincidenza con il primo nucleo del castello costruito su un vecchio alveo dell'Adige, l'Adigetto, dovuto all'iniziativa del vescovo di Adria, Paolo. Nel 1482 la città passò sotto il dominio della Serenissima, che ha coinciso con l'apice dello sviluppo urbano.

La città è iscritta in un singolare contesto ambientale, il Polesine "terra dei grandi fiumi", connotato dalla presenza del Delta del Po e dell'Adige. Polesine deriva dal latino medioevale policinum che significa terra paludosa; esso è infatti pianeggiante e si è formato in epoca recente per l'accumulo di detriti fluviali, depositati tra i corsi inferiori dell'Adige e del Po.

La bella chiesa di Santa Maria del Soccorso, detta la Rotonda, per la forma ottagonale, è probabilmente il monumento più rappresentativo della città. Fu costruita per conservare una Vergine con Bambino che reca in mano una rosa oggetto di devozione. Nella chiesa un simpatico foro gnomonico consente di sapere la longitudine e latitudine dell'edificio (attraverso il gioco della luce solare che lo attraversa).

Il bel Corso del Popolo nacque nel 1939 con l'interramento del naviglio Adigetto. Sul Corso occhio alle belle torri medievali superstiti. La Torre Donà è fra le più alte in Italia fra quelle sue contemporanee!

Piazza Vittorio Emanuele II, di singolare forma trapezoidale, è il cuore cittadino. E' contornata di nobili palazzi che attirano l'attenzione del visitatore, come la Loggia dei Nodali e Palazzo Roncale.

Gloria cittadina è l'Accademia dei Concordi, nata nel 1580 ad opera di Gaspare Campo e altri letterati provenienti dalle università di Padova e Ferrara, si è distinta per un'autorevole attività scientifica e culturale, anche nell'ambito dell'ingegneria idraulica, che ha servito puntualmente le esigenze di questo particolare territorio.

Presso l'antico Monastero Olivetano di San Bartolomeo è attivo il Museo dei Grandi Fiumi che ripercorre l'originale storia del Polesine svelandone tutte le caratteristiche fisiche ed ambientali.

Il grande linguista e professore della lingua italiana Bruno Migliorini, presidente dell'Accademia della Crusca e socio dei Lincei, nacque a Rovigo.

Vale la pena visitare il Duomo di Santo Stefano, dalla singolare facciata incompiuta. Il Duomo custodisce tele di pittori ferraresi e di Palma il Giovane.

La fiera rodigina, di origine antichissima, rappresentava un momento molto importante della vita cittadina, rappresentando un momento di fitti scambi commerciali.

La Biblioteca Civica, Concordiana e Silvestriana, custodisce un'importantissima Bibbia Istoriata Padovana del milletrecento.

La gastronomia rodigina, come quella del resto del Polesine, è ricca di preparazioni di pesci d'acqua dolce e anguille fatte alla brace e accompagnate da polenta. Particolarmente pregiato è lo storione del Po che regala un colpevolmente sottostimato ma unico caviale italiano! Tipico è l'insaccato suino della bondiola affumicata. E per dessert... una gustosa miassa!

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda del comune di Rovigo, inviaci un'email

Pagine Utili
Scheda comune di Rovigo
Foto su Rovigo
Informazioni su Regione Veneto
Appunti e Curiosità Città Italia
Siti rodigini
Province Veneto

Cerca nel sito

 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati

 
Comuni Provincia di Rovigo: Comune di Salara Comune di Rosolina Lista