Comuni Italiani Curiosità su Pesaro. Parliamo di: La città della quattro M, il lungomare e la Sfera Grande, Gioacchino Rossini e il festival operistico, la Medusa di Mengaroni, tartufi e mobili, la Pentacoli Marittima e i bizantini

Appunti e Curiosità su Pesaro

Pesaro è circondata dai verdi colli di Ardizio e San Bartolo, affacciata sul Mar Adriatico, famosa per una pregevole manifattura di maioliche e per aver dato i natali al grande compositore Rossini, per questo è detta la città della quattro M, cioè: mare, monti, musiche e maioliche!

Il lungomare è la passeggiata preferita dei Pesaresi: è adornato dalla Sfera Grande, bella scultura di Arnaldo Pomodoro; l'artista, sicuramente fra gli scultori italiani contemporanei più famosi al mondo, partì dall'arte informale per giungere più recentemente a questa singolare sintesi geometrica, che ricorda certi divertissement post surrealisti di Yves Tanguy.

A pochi passi dal Duomo, sorge la Casa di Gioacchino Rossini, ricca di interessanti memorie e cimeli riguardanti il grande compositore. Il Cigno di Pesaro, come fu soprannominato, portò il melodramma ad altissime vette poetiche; egli si cimentò con vari generi, dalla tragedia, alla commedia, scrivendo pagine memorabili, come il Barbiere di Siviglia e il Tancredi.
Pesaro ha esaltato e valorizzato questa eredità culturale dando vita ad un importante festival operistico, il Rossini Opera Festival, che si svolge in città ad Agosto.

Occhio alla stupenda Medusa, alta più di due metri, capolavoro del grande maestro ceramista pesarese Ferruccio Mengaroni, esposta presso i Musei Civici. Nel 1925, durante le operazioni di montaggio della Medusa, questa stava per cadere e mentre gli altri fuggivano, Mengaroni si gettò sotto di essa per proteggere la sua creatura, sacrificando così la sua vita: una vita per l'arte, in senso letterario, non metaforico.

L'area pesarese si connota per una pregiata produzione di tartufi e per una solidissima tradizione industriale nel settore dei mobili.

Nella gastronomia locale primeggiano le pappardelle al tartufo o al sugo di funghi porcini e lepre; carne tipica della cucina locale è quella d'asino, utilizzata per braciate o ragù per la pasta.

Non perdete il camino della sala d'aspetto del fastoso Palazzo Ducale in Piazza del Popolo, opera di Federico Brandani, raffigurante una sensazionale corsa di bighe.

Abitata dalla popolazione autoctona italica dei Piceni, poi colonia romana, Pesaro, con Rimini, Fano, Senigallia e Ancona, era una delle città della Pentapoli dipendente dall'Esarcato bizantino di Ravenna. L'esarcato era una unità amministrativa istituita dall'Impero Romano d'Oriente. Con Diocleziano, infatti, il vasto Impero di Roma si era diviso nelle due metà occidentale ed orientale, con la parte latina che perdeva sempre più potere rispetto alla parte orientale; l'Italia, infatti, era diventata militarmente vulnerabile sotto la pressione dei barbari che giunsero a conquistare gran parte del nord, lasciando Costantinopoli, capitale d'Oriente, come l'unica legittima erede di Roma. I bizantini (i romani d'oriente) riuscirono in seguito a riconquistare le terre occidentali perse, ponendole direttamente alle dipendenze di un esarca bizantino, che nel caso di Pesaro era quello di Ravenna. Il centro culturale dell'Italia si era definitivamente spostato dall'Italia all'Oriente.

Sotto il Duomo romanico è stato recentemente trovato un sontuoso pavimento a mosaico tipico dell'arte bizantina. Le manifatture bizantine portarono la decorazione musiva a vette altissime: i mosaici erano normalmente usati come espediente per decorare le basiliche cristiane, soprattutto le absidi ed il presbiterio. L'arte cristiana bizantina era, infatti, l'epitome (espressione più alta) della cultura cristiana, giacché la prima capitale cristiana della storia fu Costantinopoli, con l'editto di Costantino, non Roma. I bizantini, infatti, percepivano la culla dell'impero, come il mondo del paganesimo, laddove "la Nuova Roma" era il fulcro del cristianesimo. La Cattedrale è stata, inoltre, dedicata a San Terenzio in epoca medievale; le reliquie del Santo furono poste sotto l'altare maggiore nel 1447.

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda del comune di Pesaro, inviaci un'email

Pagine Utili
Scheda comune di Pesaro
Foto su Pesaro
Informazioni su Regione Marche
Appunti e Curiosità Città Italia
Siti pesaresi
Province Marche

Cerca nel sito

 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati

 
Comuni Provincia di Pesaro e Urbino: Comune di Petriano Comune di Pergola Lista