Comuni Italiani Curiosità su Latina. Parliamo di: Littoria e le bonifiche dell'Agro Pontino, il Museo Storico Piana delle Orme e il cinema, l'architettura del ventennio, il Tempio della Mater Matuta, la Chiesa di San Paolo

Appunti e Curiosità su Latina

Latina venne fondata nel 1932 come Littoria ed ha assunto il nome attuale nel 1945. Fu costruita, infatti, durante il fascismo come centro principale della pianura pontina, che si caratterizzò, a seguito delle bonifiche operate dal regime, come un'importante centro di produzione del grano. Lo stato decise di affidare le terre a coloni provenienti dalle regioni più povere del Veneto e del Friuli tramite l'Opera Nazionale Combattenti. Le bonifiche dell'Agro Pontino si inseriscono nelle battaglie per il grano che Mussolini personalmente combatté nell'ambito di un progetto economico autarchico. Celebri sono le immagini dell'Istituto Luce del dittatore che, come colono, lavora la terra a torso nudo affianco agli agricoltori. L'autarchia economica prevedeva che, a differenza del liberismo per il quale ogni stato si specializza in un bene per il quale ha un vantaggio competitivo, comprando dagli altri gli altri beni, lo stato fosse completamente autosufficiente dal punto di vista economico, ed in particolare agricolo.

Latina multietnica! Le zone urbanizzate dal fascismo a seguito delle bonifiche dell'agro pontino presentano un singolare fenomeno antropologico, dato dall'immissione in terra laziale di elementi alloctoni (non nativi, cioè), in particolare di provenienza veneta, friulana, ma anche emiliana, ferrarese e forlivese in particolare: si parla di comunità veneto-pontine.
Il dopoguerra ha visto, invece, una forte immigrazione proveniente dal Mezzogiorno, nonché di dalmati e giuliani provenienti dalla ex Yugoslavia e di altri Italiani che giungevano dalle ex colonie italiane in Africa.

Latina è un interessante esempio di architettura ed urbanistica razionalista e fascista. In realtà i due stili hanno spesso convissuto, fino a sovrapporsi, ma non coincidono sempre. Le istanze modernizzatici del regime, che ben si coniugavano col credo funzionalista e modernista dei razionalisti, spesso erano frenate dal richiamo alla tradizione (soprattutto della Roma imperiale) ed imbrigliate nella retorica del regime, a base di combattenti, pater familias, mondine e zappatori.
Occhio al Palazzo Comunale, al Tribunale, al Palazzo M (a forma della M di Mussolini!) e all'Opera Nazionale Balilla, tutte opere di Oriolo Frezzotti, e la Questura, di Ernesto Caldarelli. Proprio Frezzotti fu anche l'autore del Piano Regolatore attraverso il quale si organizzò la città. La forma urbana di Latina è una originale sintesi fra lo schema a raggiera e quello ad anelli concentrici.

Il possente Monumento ai Caduti è costituito da un unico blocco di travertino alto 17 metri e pesante 300 quintali, estratto dalla vicina cava di Doganella.

Il Museo Valeriani è un interessantissimo gabinetto numismatico che ospita anche incisioni e fotografie.

Latina è sede di un importante Premio per la Saggistica e del Festival Internazionale del Circo, probabilmente il più importante festival circense al mondo, per gli artisti Under 21.

Un Museo da Oscar! Il Museo di Piana delle Orme è una bella struttura, sorta nell'antico omonimo borgo preesistente alla fondazione di Littoria, dove potrete trovare una ricca mostra di mezzi militari storici della Seconda Guerra Mondiale, nonché istruttive ricostruzioni storiche e didattiche di eventi clou di quel periodo, come lo sbarco di Salerno, di Anzio e la battaglia di Cassino. I mezzi militari del Museo sono stati imprestati al cinema in numerose occasioni, come ne "Il Paziente Inglese" di Anthony Minghella e vincitore di nove premi Oscar, "La Vita è Bella" di Benigni, anch'esso vincitore del prestigioso premio e "Malena" di Tornatore.

Presso il Borgo delle Ferriere c'è un'importantissima necropoli volsca con il Tempio della Mater Matuta. I Volsci, pugnace stirpe italica di provenienza osco-umbra, erano stanziati nel basso Lazio.

Borgo Montello fu sede del martirio di Santa Maria Goretti; la casa della Santa, originaria delle Marche, è stata trasformata in un memoriale, mentre il suo corpo è venerato nella vicina Nettuno.

A Tor Tre Ponti, la Chiesa settecentesca di San Paolo sorge là dove il Santo di Tarso incontrò le popolazioni locali. Paolo è considerato una figura di grande importanza per il cristianesimo. Grande predicatore, era, in origine un fiero persecutore dei cristiani, fin quando, sulla via per Damasco, non si convertì allorché sentì la voce di Dio che gli chiedeva: perché mi perseguiti?

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda del comune di Latina, inviaci un'email

Pagine Utili
Scheda comune di Latina
Foto su Latina
Informazioni su Regione Lazio
Appunti e Curiosità Città Italia
Siti latinensi
Province Lazio

Cerca nel sito

 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati

 
Comuni Provincia di Latina: Comune di Lenola Comune di Itri Lista