Comuni Italiani Blasonatura degli stemmi comunali della provincia di Catanzaro (Regione Calabria). Lista descrizioni araldiche, loghi dei comuni

Stemmi Comuni Prov. di Catanzaro

Stemma di Albi
Partito di rosso e di azzurro, alla verghetta d'argento attraversante sulla partizione, carica delle lettere ALBI disposte l'uno sotto l'altra di nero; nel primo alla stella di sei punte d'argento; nel secondo al castello torricellato di un pezzo al naturale. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Amaroni
D'argento alla corona all' antico dirocco, cimata da una croce a Tau d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Andali
Su sfondo rosso fondato in punta un'aquila reale in posizione di volo. La testa è girata a destra e le ali sono spiegate. Sopra una corona comunale a torre con interno rosso
Stemma di Badolato
Scudo con dentro tre torri e sovrastato da una corona regale a cinque torri
Stemma di Borgia
Un toro su colline, ramoscello d'ulivo, tralcio di vite e tre stelle a cinque punte, racchiusi in un ovale con sovrapposta corona circondato da rami di quercia ed alloro
Stemma di Botricello
Partito semitroncato: il PRIMO, di verde, alla colonna ionica d'oro, fondata sulla campagna di azzurro, mareggiata di argento; il SECONDO, di azzurro, al sole d'oro; il TERZO, di rosso, alle sette spighe di grano impugnate, d'oro, legate di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Carlopoli
Di oro, alla effige della Beata Vergine Maria, in maestà, movente dalla punta, il viso alquanto volto a sinistra, il viso, il collo, le mani di carnagione, capelluta di nero, il capo coperto dal grande e lungo manto di azzurro avvolgente le spalle e i fianchi, vestita con la tunica di verde; la Vergine tenente unito a Sè con la mano destra il Divin Figlio, con la mano sinistra tenente i di Lui piedi, il figlio di carnagione, capelluto di nero, posto a destra, con il viso alquanto volto a destra, il fianco destro coperto dal panno di argento, con il braccio destro proteso sotto il collo della Madre, con il braccio sinistro celato dietro il di Lei collo, la effige caricata a destra in punta dal cuore di rosso, infiammato dello stesso: Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Catanzaro
Aquila imperiale al volo abbassato coronata d'oro, recante nel rostro un cartiglio svolazzante in fascia col motto "SANGUINIS EFFUSIONE" ed accollata dallo scudetto a pera d'azzurro al monte di tre cime moventi dalla campagna e nel capo la corona d'oro all'antica di sei punte
Stemma di Centrache
Di cielo, all'eremita Sant'Onofrio, in maestà, di marcata magrezza, ignudo, di carnagione, barbuto e capelluto di argento, aureolato d'oro, i fianchi coperti da fronde intrecciate, di verde, tenente con la mano sinistra il lungo bastone di legno al naturale, il Santo sostenuto dalla campagna d'oro, i piedi attraversanti, essa campagna caricata in punta dal ruscello di azzurro, uscente dai fianchi, sinuoso in fascia, e sostenente a sinistra la rupe d'oro, aperta dalla cavità, dello stesso, uscenti dal fianco sinistro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Cicala
Cicala svolazzante su un castagno con frutti d'oro posto su un cielo azzurro, il tutto racchiuso in uno scudo sovrastato da una corona fortificata e con scritta sottostante "Cicala"
Stemma di Conflenti
Un'aquila con le ali aperte che sovrasta con gli artigli un albero sulla destra e un libro, sulla sinistra, riportante la dicitura "V. Butera - prima cantu e ddopu cuntu"
Stemma di Cortale
Raffigura in sintesi grafica San Giovanni Battista su sfondo bianco-azzurro
Stemma di Davoli
Di rosso, ai tre alberi di limone, con la chioma di verde e il tronco al naturale, l'albero centrale più alto e con la chioma più ampia, fruttato di undici d'oro, gli alberi laterali più esigui e più bassi, ognuno fruttato di sette d'oro, i tre alberi nodriti nei tre colli all'italiana di argento, uniti, fondati in punta, il colle centrale più largo e più alto. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di rosso, il motto, in lettere maiuscole di nero, SEMPER FIDELIS DABOLIS. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Fossato Serralta
Di azzurro, all'olivo con la chioma verde fruttata di quattro di nero, fustato al naturale, nodrito nel monte all'italiana di tre colli, d'argento, fondato in punta, esso olivo accompagnato in capo da tre stelle di sei raggi, male ordinate, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Gagliato
D'argento, allo scaglione d'azzurro, passante dietro un leone al naturale, su campagna di verde. Ornamenti esteriori da comune
Stemma di Girifalco
Tre torri sorvolate da un falco
Stemma di Isca sullo Ionio
D'azzurro, al Santo Vescovo, in maestà, posto a destra, il viso e le mani di carnagione, barbuto in argento, il capo coperto dalla mitra d'oro, aureolato dello stesso, vestito con il camice di argento, con il manto di rosso, con la stola d'oro, trattenuta dal cingolo dello stesso, il petto ornato dalla piccola croce di nero, il braccio destro alzato, con la mano tenente la palma di verde, posta in sbarra, la mano sinistra tenente il pastorale d'oro, posto in sbarra alzata, il Vescovo accompagnato a sinistra dalla torre d'argento, murata di nero, merlata alla guelfa di quattro, finestrata e chiusa di nero, torre e Vescovo sostenuti dalla pianura erbosa di verde. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Marcellinara
Cuore trafitto da tre frecce circoscritto in cerchio, il tutto racchiuso in ulteriore cerchio con la scritta Università di Marcellinara
Stemma di Martirano Lombardo
Stemma di nero all'aquila rivoltata d'oro coronata all'antica, artigliata su due vette uscenti dalla punta; il tutto d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Nocera Terinese
D'argento alla sirena uscente dal mare e suonante la lira, il tutto al naturale
Stemma di Olivadi
D'oro, al palazzotto di rosso, mattonato, chiuso e finestrato di due in fasce, di nero, coperto dal tetto di rosso, unito a destra alla torre di rosso, mattonata di nero, priva di merli, torre e palazzotto fondati sulla pianura erbosa di verde e accompagnati nel canton sinistro del capo dal ramo di ulivo, posto in banda, di verde, fogliato di nove, dello stesso, fruttato di sei, di nero. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Platania
D'argento al platano al naturale nodrito su di un monte roccioso di nero, addestrato da un ramo di acetosa e sinistrato da un ramo di issopo. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di San Floro
D'azzurro,con l'immagine di San Floro, su campagna erbosa di verde, vestito di bianco, impugnante con la mano destra un ramo di palma in banda d'oro e con la sinistra un libro dello stesso
Stemma di San Mango d'Aquino
D'azzurro, alla facciata del Santuario della Madonna delle Grazie al naturale fondato su campagna di verde, addestrato da un tralcio di vite fruttato di un grappolo di uva nera, pampinato di un pezzo e sinistrato di un albero di ulivo
Stemma di San Vito sullo Ionio
D'argento alla figura di San Vito in maestà, di carnagione aureolata d'oro, con le chiome d'oro, vestita di tunica d'azzurro e di mantello di rosso, impugnante con la destra la croce di rosso in sbarra, con la sinistra il libro dei vangeli d'oro e la palma del martirio di verde, in sbarra accompagnato nel cantone destro della punta dal cane bianco pezzato di nero, rivoltato e seduto. Ornamenti esteriori del comune
Stemma di Santa Caterina dello Ionio
Scudo, con dentro raffigurata una collina tagliata da una ruota dentata, sormontata da ramo di palma e di spada incrociate, racchiuso da cornice d'alloro e quercia, il tutto sormontato da una corona
Stemma di Sant'Andrea Apostolo dello Ionio
D'oro, alla effige di Sant'Andrea Apostolo, in maestà, con il viso, i polsi, le mani, i piedi di carnagione, i piedi calzati con sandali di cuoio naturale, il Santo aureolato d'oro, capelluto e barbuto di nero, con la tunica di verde e con il manto rosso bordato d'oro, tenente con la mano destra la croce decussata, di nero, il polso destro munito di nastro rosso con due pesci d'oro, posti in palo, uniti al nastro; tenente con la mano sinistra il libro d'oro con il dorso visibile, la parte inferiore della effige e la parte inferiore della croce attraversanti sulla campagna di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Satriano
Quadrato di colore celeste i cui lati sono di colore oro; in esso sono raffigurati tre colli con in cima ai colli laterali due cipressi con due stelle ai lati di ognuno, una vicino al piede e una vicino alla cima; parallelo al lato destro è raffigurato un ramo d'alloro, parallelo al lato sinistro un ramo d'ulivo, uniti al centro del lato inferiore da un nastro di colore rosso. Nella parte superiore del Quadrato è scritto racchiuso in un rettangolo di colore bianco, a lettere colore oro, il nome del Comune, 'SATRIANO'. Il lato superiore è sormontato da una corona reale con cinque torri di colore oro
Stemma di Sellia Marina
In primo piano, un contadino in un campo di grano che impugna nella mano destra una falce, e sullo sfondo un lembo di mare ed il cielo. Lo scudo è sovrastato da corona turrita circondato da un ramo di alloro e di ulivo legati da un nastro rosso
Stemma di Sersale
Sbarrato d'oro e d'azzurro di sedici pezzi, al castagno di verde, fustato al naturale, nodrito nella pianura di verde, attraversante ornamenti esteriori da comune
Stemma di Simeri Crichi
D'argento, rappresentato dalla figura di un Santo, vestito di cremisi, aureolato d'oro ed impugnante con la mano destra una spada d'argento, in piedi sulla vetta centrale di un monte di color verde con tre cime, uscente da uno specchio d'acqua al naturale posto nella punta dello scudo. Ornamenti esteriori del Comune
Stemma di Soveria Simeri
D'argento, al bosco di sugheri al naturale, alla campagna d'azzurro, attraversata da un fiume d'argento, ombrato di nero, difluente in banda. Ornamenti esterni da Comune
Stemma di Squillace
Stemma a scudo sovrastato da corona turrita nel quale è simboleggiata l'antica origine magno-greca della città. All'interno, in alto, il toponimo greco della città "SKILLETION", al centro dello stemma una testa di profilo con elmo alato del dio Mercurio, una nave quadriremi, le onde del mare e, infine, i tre colli
Stemma di Tiriolo
All'interno di una cornice a forma di scudo sono raffigurate tre torri merlate con sopra due stelle, il tutto sormontato da una corona a cinque punte ed all'interno di due ramoscelli, uno di alloro e l'altro di quercia, legati da un nastro rosso

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda della provincia di Catanzaro, inviaci un'email

Pagine Utili
Stemma della Provincia
Stemma Calabria
Dati Provincia di Catanzaro
Lista Indirizzi Comuni
Province in Calabria

Cerca nel sito


 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati