Comuni Italiani Blasonatura degli stemmi comunali della provincia di Reggio Calabria (Regione Calabria). Lista descrizioni araldiche, loghi dei comuni

Stemmi Comuni Prov. di Reggio Calabria

Stemma di Africo
D'azzurro, al monte all'italiana di tre colli, fondato in punta, d'oro, sormontato da tre api male ordinate, dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Agnana Calabra
D'azzurro, alla figura di santo fermo su terrazza di verde, aureolato d'oro, vestito di bianco e tenente nella mano destra una croce patriarcale di rosso. La figura è accostata a destra da una mitra d'argento e a sinistra da una colonna dello stesso. Nel cantone sinistro del capo una colomba d'argento volante in sbarra. Ornamenti esteriori da comune
Stemma di Anoia
D'argento, alla effigie di San Francesco di Paola, in maestà, con il viso e le mani di carnagione, barbuto di argento, aureolato d'oro, vestito con il saio di marrone al naturale, la testa coperta dal cappuccio dello stesso, cinto con il cingolo di argento, il petto ornato dalla rotella d'oro, raggiante dello stesso, caricata dalla parola, in lettere maiuscole di nero in tre righe, CHA RI TAS, il Santo tenente con entrambe le mani il bordone di nero, posto in banda alzata, il Santo e il bordone sostenuti dalla pianura di verde, il Santo accompagnato da due croci latine trifogliate, di azzurro, una a destra, l'altra a sinistra, propinque alla pianura. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di argento, la parola, in lettere maiuscole di nero CHARITAS. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Antonimina
Di rosso, all'albero al naturale, posto a sinistra, nodrito nella campagna d'argento a due fasce d'azzurro, sormontato da una nuvola al naturale che soffia raffiche di vento d'argento verso il centro del lato destro dello scudo. Ornamenti esteriori da comune
Stemma di Ardore
Nello scudo, un'aquila con una fiamma nel petto e nel rostro e negli artigli dei ramoscelli d'ulivo in fiore. Lo scudo è sormontato da una corona ed intorno ad esso si trova la scritta "ARDOR ET ODOR". In basso vi sono due rami d'alloro
Stemma di Bagaladi
Scudo su fondo azzurro, bordato di colore giallo oro con ramoscello d'ulivo e scritta Bagaladi: il tutto sovrastato da una corona a forma di torre sormontata dalla scritta Bagaladi. L'insieme è racchiuso in due ramoscelli di alloro e di quercia legati da un nastro di colore giallo oro
Stemma di Bagnara Calabra
Una donna che emerge dal mare dalla cintola in su, a petto nudo sgorgante acqua dai seni, con la mano destra appoggiata al petto e nella sinistra un ramoscello d'ulivo sulla testa una corona con tre torri e sullo sfondo a destra una barca a vela ed in lontananza delle nuvole
Stemma di Benestare
Torre campanaria sulla cima di un colle verde-dorato fondato in punta. Ai due lati tre spighe e un ramoscello d'ulivo
Stemma di Bivongi
D'azzurro, al monte verde, sostenente la Croce del Calvario pomata, di porpora, fondato in punta, solcato dal fiume d'azzurro fluente in banda. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Bova
Un bue, la Madonna seduta direttamente sulla schiena rivolta al lato sinistro del bue che è delineato col collo inarcato, la testa protesa, gli arti flessi in relazione all'atteggiamento forzato dell'animale che si va sollevando da terra per riprendere il camino. La Madonna regge sul braccio destro il bambino e lo sostiene anche con la mano sinistra, mano nella mano, nel mentre Egli alza la Sua manina destra benedicente
Stemma di Bova Marina
Una mucca in campo d'oro che porta seduta sul suo dorso una donna con in braccio un bambino, il tutto racchiuso in uno scudo con sopra una corona turrita e la scritta " Comune di" e, sotto un ramo di olivo ed una di quercia la scritta "Bova Marina"
Stemma di Bovalino
Di cielo, alla catena montuosa di verde, uscente dai fianchi e fondata sulla banda abbassata e convessa, uscente dal fianco destro e desinente nell'angolo inferiore sinistro, di sabbia al naturale, essa banda parzialmente fondata sullo specchio d'acqua di azzurro, mareggiato di argento, fondato in punta e uscente dal fianco destro, il campo, la catena montuosa, la banda attraversati dal cavallo d'oro, slanciato al galoppo. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Brancaleone
D'azzurro alla bordura di rosso, alla palma al naturale affiancata dal leone d'oro, esso leone sormontato dalla croce dello stesso
Stemma di Camini
Partito, nel PRIMO di rosso all'aquila d'oro con il volo abbassato, rivoltata, coronata con corona all'antica d'oro di quattro punte, tre visibili, essa aquila accompagnata da due fasce diminuite d'oro, una in capo, una in punta; nel SECONDO, di azzurro, alla torre d'argento, murata di nero, merlata alla guelfa di cinque, finestrata di nero, chiusa dello stesso, fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Canolo
Campo di cielo, alla effigie di San Nicola di Bari, in maestà, il viso e le mani di carnagione, vestito con la tunica di argento, il piviale di rosso foderato di verde, il capo coperto dalla mitria d'oro rabescata con ricami dello stesso, il Santo benedicente con la mano destra, tenente con la mano sinistra il pastorale d'oro, posto in sbarra, il petto del Santo ornato dalla croce pettorale d'oro, il Santo sostenuto dalla pianura di verde, e accompagnato da due arbusti di ginestra, nodriti nella pianura, una e uno, di verde, fioriti d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Caulonia
D'azzurro, al castello di tre torri, aperto e finestrato del campo, merlato alla guelfa, d'argento
Stemma di Ciminà
Su sfondo azzurro tre figure simboliche per il paese: il monte tre pizzi; un fascio di grano (agricoltura); una mucca (pastorizzia); Sotto, un ramo di ulivo e uno di quercia legati da un nastro rosso. Sopra, una corona a torre
Stemma di Cittanova
Troncato: sopra d'azzurro al pino al naturale nodrito sulla cima di un monte di verde movente dalla partizione, accompagnato da una stella (6) d'oro, posta al canto destro; sotto di Grimaldi, losangato d'argento e di rosso a cinque fusi per ciascuna fila, ma senza il motto di Grimaldi
Stemma di Condofuri
Di azzurro, al centauro d'oro, capelluto e allumato di nero, in profilo, testa e busto in maestà, la mano sinistra poggiata sul fianco, tenente con la mano destra il ramoscello di ulivo di verde, fogliato di cinque, due foglie per parte, la quinta sulla sommità, posto in palo, il centauro passante sulla pianura fasciata di nero e d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Delianuova
Partito: nel primo d'oro, a Sant'Elia in maestà di carnagione, scalzo, aureolato d'argento, crinito e barbuto di castano, vestito con un saio d'azzurro con mantello di rosso, impugnante con la destra una spada dello stesso fiammeggiante in palo, con la sinistra una corona di rose di rosso; nel secondo di rosso, al castagno d'oro, fruttato di sei d'azzurro
Stemma di Ferruzzano
Di azzurro, alla torre d'argento, murata di nero, merlata alla guelfa di cinque, finestrata con finestrella tonda di nero, chiusa dello stesso, fondata sulla pianura di verde, sormontata dalla stella di cinque raggi, raggiante, d'oro, essa torre accompagnata da due spighe di grano d'oro, poste in palo, una a destra, l'altra a sinistra. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Fiumara
D'oro alla torre di rosso di tre palchi, chiusa e murata di nero, merlata di tre alla ghibellina. Ornamenti esteriori di Comune
Stemma di Galatro
Troncato semipartito; nel primo, d'azzurro, al Vescovo di carnagione, nascente dalla partizione, barbuto di bianco, vestito d'argento, mistrato d'oro, benedicente con la mano destra, impugnante con la mano sinistra il pastorale d'oro, in abarra; nel secondo, d'argento, al leone di nero, coronato all'antica con corona di tre punto dello stesso, linguato di rosso, impugnante con le zampe anteriori lo scudo inquartato, nel I° e nel III° palato di oro e di rosso, lo scudo timbrato da corona all'antica di cinque punte d'oro; nel terzo, troncato: nel I° d'oro al leone nascente di nero, coronato con corona di nero all'antica di tre punte, linguato di rosso, alla inferriata d'argento, di dieci pezzi, cinque in banda e cinque in barra. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Gerace
D'azzurro, allo sparviero d'oro, coronato con corona all'antica di cinque punte visibili, dello stesso, afferrante con gli artigli due fiaccole di verde, infiammate di rosso, la fiaccola posta a destra in banda abbassata, la fiaccola posta a sinistra in sbarra abbassata. Sotto lo scudo su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero SOLUM DEO SUBIECTI. Ornamenti esterni da Città
Stemma di Giffone
Scaccato di nero e d'argento di sei file alla fascia di rosso attraversante col capo azzurro alla stella d'oro a cinque punte e sormontato dalla corona di Comune
Stemma di Gioia Tauro
Di rosso, al palmizio affiancato da altri due palmizi più piccoli al naturale, nodriti sulla campagna di verde, sormontati da una stella d'oro
Stemma di Gioiosa Ionica
D'argento alla torre di rosso, murata di nero, aperta e finestrata del campo, merlata di quattro pezzi alla guelfa, fondata su terreno erboso
Stemma di Grotteria
Fondato in punta e bordato d'oro. Su fondo azzurro, rappresenta una lira dorata con due teste di uccelli, in alto tre stelle dorate a sei punti e in basso un pesce argentato. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Locri
Ovale in cui si trova uno sparviero su fondo celeste, con ai lati due tralci, uno di alloro ed uno di quercia, tutto sormontato da una corona
Stemma di Mammola
Di argento terrazzato di verde, alla immagine di San Nicodemo al naturale, vestito del saio di nero, nimbato e tenente con la sinistra il pastorale. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Melicucco
D'oro all'albero al naturale terrazzato di verde, sormontato da tre stelle d'argento ordinate in fascia, ornamenti esteriori da comune
Stemma di Melito di Porto Salvo
Stemma d'oro ad un castello di rosso con cortina, murato di nero, torricellato di due pezzi, merlati alla ghibellina; il tutto, uscente dalla campagna d'azzurro ondata d'argento, è addossato ad un albero di bergamotto al naturale fruttato
Stemma di Molochio
D'argento alla pila dell'acqua benedetta di marmo verde, sostenente un uccellino al naturale, addestrata dalla Beata Vergine Maria in piedi, vestita di azzurro, ammantata di rosso, coronata d'oro, tenente fra le braccia il Divino Infante di carnagione, coronato d'oro, messo in sbarra, e sinistrata da San Giovanni Battista fanciullo, con le chiome bionde, vestito di una tunica bianca, scalzo, tenente con la mano destra una sottile ed alta Croce, in nero ornamenti esteriori del Comune
Stemma di Monasterace
D'argento al torrione di rosso, aperto del campo, murato di nero, torricellato di cinque pezzi merlati alla guelfa, quello centrale più elevato e chiuso. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Montebello Ionico
D'azzurro al castello d'argento, fondato sopra un monte roccioso, al naturale
Stemma di Oppido Mamertina
D'oro, al torrione scalinato di due, di rosso, mattonato di nero, chiuso con alta porta, dello stesso, torricellato di tre torricelle merlate alla guelfa di tre, quella centrale più alta e più larga, esso torrione con il fastigio privo di merli, finestrato di cinque finestrelle tonde, di nero, tre nelle torricelle, due accanto alla sommità della porta, una e una. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Palmi
D'azzurro, al palmiro al naturale, terrazzato di verde
Stemma di Pazzano
Di nero, all'aquila d'argento, linguata, rostrata e armata di rosso, coronata con corona all'antica di tre punte visibili, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Placanica
Stemma d'oro, al torrione merlato di cinque alla guelfa, munito di cordolo a mezza altezza, di rosso, mattonato di nero, aperto del campo. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Reggio Calabria
D'azzurro al San Giorgio in atto di ferire con la lancia il drago, sinistrato da una donzella genuflessa in manto e corona reale, sormontata da raggi di luce uscente dal capo, il tutto d'oro, con la scritta intorno allo scudo: Urbs Rhegina Nobilis Insignis Fidelissima Provincae Prima Mater et Caput
Stemma di Rizziconi
D'argento, alle tre bande di azzurro, attraversate dall'ulivo di verde, fustato e sradicato al naturale, fruttato di nero. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di San Lorenzo
Fondo azzurro, con aureola d'oro raggiata, rivoltato, seduto sulla graticola rettangolare, di nero, vista in prospettiva, con quattro sostegni, con sei ferri nel lato corto, con undici ferri nel lato lungo, la graticola ardente di molte fiamme e brace di rosso, il Santo con il braccio sinistro alzato e quello destro posato sulla gamba destra flessa, mirante l'ombra di sole orizzontale sinistra, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di San Roberto
Troncato: nel primo di azzurro, ai tre scettri gigliati, posti in palo, uno accanto all'altro, d'oro; nel secondo, d'oro, all'albero di arancio, di verde, fustato e sradicato al naturale, fruttato di sei, del campo. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Sant'Alessio in Aspromonte
Scudetto, posto in campo rosso purpureo, circondato da due rami di alloro tra loro legati da una fascia dal tricolore repubblicano, annodata a fiocco alla base dello scudetto stesso, avente i due vertici superiori ad angolo retto e quelli inferiori curvilinei con al centro un'appendice inferiore, raffigurante il profilo di due monti di altezza diseguale, dei quali quello inferiore, che rappresenta il monte Lirdo, appare anteposto al secondo, che rappresenta il monte Basilicò, e reca sul fianco la traccia di una strada con andamento curvilineo, a metà della quale si diparte verso l'alto un ramo di ulivo suddividentesi in quattro piccoli rami portanti un numero variabile di foglie, nonché risulta solcato sul medesimo fianco dal letto di un corso d'acqua che rappresenta il torrente Gallico
Stemma di Sant'Ilario dello Ionio
Partito: Nel PRIMO, di rosso, alle due fasce di azzurro, il tutto attraversato da un ramoscello di quercia, di verde, fogliato di nove ghiandifero di quattro, d'oro, posto in banda alzata; Nel SECONDO, di azzurro, alla torre d'oro, murata di nero, merlata alla guelfa di cinque, finestrata di due di nero in palo, chiusa dello stesso, fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriore da Comune
Stemma di Santo Stefano in Aspromonte
D'argento, alla figura quadrilatera, a guisa di fibbia, con i lati corti posti in capo e in punta, quello in capo leggermente più lungo, con i lati lunghi in alto concavi e allargantisi, munita di una foglia di sega, posta in palo, centrale, con otto denti visibili, quattro e quattro, di lunghezza disuguale, posti a destra, il tutto di rosso, essa figura intrecciata con la fascia diminuita, di azzurro, attraversante il lato destro e la foglia di sega e attraversata dal lato sinistro della figura, il tutto accompagnato in punta dalla pianura di azzurro, mareggiata di argento, con la linea di contorno ondata. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Sinopoli
Troncato cuneato d'argento e di azzurro di quattro pezzi; al capo d'oro sostenuto da una fascia in divisa di rosso, caricata di tre stelle d'oro. Segni esterni di Comune
Stemma di Terranova Sappo Minulio
D'argento al cavaliere munito di completa armatura al naturale e di manto d'azzurro svolazzante, l'elmo aureolato di rosso, col viso scoperto di carnagione, cavalcante il cavallo morello, rivoltato, gualdrappato di rosso, brigliato e staffato d'oro, in atto di trottare. Ornamenti esteriori da comune
Stemma di Villa San Giovanni
Trinciato: al PRIMO di verde ad una colonna d'argento; al SECONDO d'argento caricato di un aspo di filanda sostenente, intrecciati, due ramoscelli di gelso, sui quali brucano alcuni bachi da seta

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda della provincia di Reggio Calabria, inviaci un'email

Pagine Utili
Stemma della Provincia
Stemma Calabria
Dati Provincia di Reggio Calabria
Lista Indirizzi Comuni
Province in Calabria

Cerca nel sito


 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati