Comuni Italiani Curiosità su Sassari. Parliamo di: La Processione dei Candelieri e la Cavalcata Sarda, il sardismo, i presidenti sassaresi, il Castello di Sassari, il primo poema in lingua sarda

Appunti e Curiosità su Sassari

La processione dei Candelieri è una delle più importanti in Sardegna (14 agosto). La manifestazione ricorda lo scioglimento di un voto dopo una terribile peste che funestava la città. I rappresentanti delle corporazioni (i gremi) fanno sfilare per le strade il candeliere addobbato a festa, normalmente conservato presso la cappella della gilda di appartenenza, fino alla chiesa di Santa Maria in Betlem. Protagonisti sono nove ceri lignei che rappresentano: i calzolai, i viandanti, i falegnami, i contadini, i muratori, gli ortolani, i massai, i piccapietre e i sarti.

Altra importante manifestazione folkloristica è la Cavalcata Sarda durante la quale 70 paesi appartenenti alle quattro province sarde si riuniscono per festeggiare la comune identità isolana. La manifestazione nacque, infatti, proprio in occasione della visita di Umberto I e Margherita di Savoia come operazione di "marketing territoriale"!

Sassari è una città colta, dal nobile pedigree politico, in grado di imporre sulla scena nazionale moltissime figure di spicco: Enrico Berlinguer, segretario del PCI, gli ex presidenti della Repubblica Antonio Segni e Francesco Cossiga, Domenico Alberto Azuni (giurista autore del Codice della Marina Mercantile del Regno di Sardegna e del Codice Marittimo e Commerciale Francese commissionato da Napoleone Bonaparte), ed ancora, in tempi recenti, i politici Luigi Manconi, Gavino Angius e Mario Segni.

Sassarese fu anche Antonio Cano, Arcivescovo, vissuto nel XV secolo, autore del primo poema in lingua volgare sarda, dedicato alla vita dei santi Gavino, Proto e Gianuario, patroni di Sassari.

Sassari ha dato i natali a Camillo Bellini, cofondatore insieme ad Emilio Lussu del Partito Sardo d'Azione ed uno degli esponenti di spicco del sardismo. Il sardismo è un filone politico culturale, orientato alla risoluzione dei problemi sociali che hanno attraversato la Sardegna e che si sono sviluppati sotto il dominio dei Savoia, legati alla situazione di subalternità in cui era tenuto il popolo sardo dalle classi dominanti.

Il bel Castello di Sassari, opera trecentesca degli angioini, è stato lungamente sede dell'Inquisizione Sarda. Il monumento, purtroppo, fu raso al suolo dopo che una sciagurata delibera comunale, decise di costruire lì una caserma.

Il Collegio di Studi di San Giuseppe o Studio Generale, nel 1634, divenne la prima università della Sardegna.

Il Museo di Sassari Sanna è uno delle più importanti collezioni di reperti nuragici e di archeologia neolitica della Sardegna. La civiltà nuragica, sviluppatasi in Sardegna fra l'età del Ferro e del Bronzo, ci ha lasciato queste singolari torri megalitiche chiamate appunto nuraghe.

Poco distante dal centro ci sono degli importantissimi scavi pre-nuragici: quelli di Monte d'Accoddi. Sembra che il consiglio di scavare in quella zona provenisse direttamente dall'allora Ministro dell'Istruzione Antonio Segni; mai consiglio fu più giusto giacché sono stati trovati dei reperti di straordinario valore: dei templi simili agli Ziiqqurath mesopotamici; lo stupore per questi ritovamenti è stato tale che in seguito si è sviluppata una leggenda che vuole che tali costruzioni siano state realizzate da Uruk, sacerdote assiro-babilonese, una volta approdato sulle coste sarde.

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda del comune di Sassari, inviaci un'email

Pagine Utili
Scheda comune di Sassari
Informazioni su Regione Sardegna
Appunti e Curiosità Città Italia
Siti sassaresi
Province Sardegna

Cerca nel sito

 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati

 
Comuni Provincia di Sassari: Comune di Sedini Comune di Santa Maria Coghinas Lista