Comuni Italiani Conformazione fisica della regione Lazio, i confini, il clima, fiumi e laghi laziali, note geografiche.
Cerca nel sito

Geografia Lazio

Il Lazio misura 17.207 km quadrati per circa 5 milioni e trecentomila abitanti di cui più di 3 milioni e settecentomila concentrati esclusivamente nel comune di Roma. Confina con Toscana, Umbria, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise e Campania; i confini sono quasi tutti artificiali.

La morfologia è principalmente pianeggiante e collinare con circa un quarto della superficie a carattere montuoso, concentrati nella dorsale appenninica fra monti Sibillini (Appennino Marchigiano), Appennino Abruzzese, Monti Reatini, Sabini, Simbruini ed Ernici. Fra le vette ricordiamo il Gorzano (2458 m), il Terminillo (2213 m), il Viglio (2156 m) e i monti della Meta (2241 m). La fascia occidentale preappennininica risulta articolata in due gruppi di origine vulcanica; quelli a nord di Roma, (Volsini, Sabatini e Cimini) e quella a sud (Ausoni, Volsci, Aurunci, Colli Albani). I preappenninini degradano in grandi pianure litoranee: Agro Pontino, Agro Romano, Campagna e Maremma laziale.

Le coste sono basse ed intramezzate da vivaci promontori come il capo Circe, capo Linaro, il promontorio di Anzio e quello di Gaeta. Appartengono amministrativamente al Lazio, anche se fisicamente campane le isole Ponziane, al largo del golfo di Gaeta.

I corsi d'acqua generalmente scendono dal preappennino al Tirreno e hanno carattere spiccatamente torrentizio. Ricordiamo il Sacco, il Liri, il Fiora, il Marta, emissario del lago di Bolsena, l'Arrone, emissario del lago di Bracciano, il Sisto e l'Amaseno che drenano le acque della bonifica pontina, e il Garigliano, al confine con la Campania.

Il Lazio è ricco di risorse lacustri fra bacini alpestri (Scandarello), intramontani (Lago Lungo e lago di Ripa Sottile), di origine vulcanica (Bolsena, Bracciano, Albano, Vico e Nemi) e costieri (Fondi, Monaci, Sabaudia e Fogliano).

Il Lazio è molto ricco sia di acque sorgive legate a fenomeni strutturali e stratigrafici che di acque termali. Ricordiamo i Bagni di Tivoli (acque bicarbonato-solfato-alcalinoterrose), l'acqua di Fiuggi (oligominerali fredde) e i Bagni di Viterbo (acque calde fra i 60 e i 35 gradi).

Il Lazio è una regione spiccatamente sismica , in particolare la parte orientale della provincia di Frosinone e Rieti sono aree maggiormente interessate a fenomeni tellurici di discreta intensità.

Il clima del Lazio è molto vario: la fascia costiera si caratterizza per un clima temperato-mediterraneo, con estesa siccità estiva e precipitazioni medie annue pari a circa 700 mm; la zona preappenninica è generalmente più umida con una media di 1000 mm annui di pioggia; le zone appenniniche si connotano per un clima moderatamente continentale, con estati fresche ed inverni rigidi, con frequenti nevicate ed una media di precipitazioni di circa 1500 mm annui.

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda della regione Lazio, inviaci un'email

Pagine Utili
Regione Lazio
Clima e Dati Geografici
Mappa Roma
Lista Fiumi Lazio
La Storia
Tempo domani a Roma



 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati