Comuni Italiani Amministrazione locale e le principali istituzioni storiche che hanno esercitato le proprie funzioni sul territorio del comune di Credera Rubbiano (regione Lombardia)

Profilo Istituzionale Comune di Credera Rubbiano

Secolo XIV - 1797
Nel 1192 la localitÓ appare nominata nel diploma imperiale con il quale l'imperatore Enrico VI riconobbe a Cremona la giurisdizione sulle localitÓ poste tra i fiumi Adda e Serio presso Crema, nella cosiddetta Insula Fulcheria (Falconi 1979-1988, IV, p. 183, n. 709).

E' citato nella convenzione, stipulata il 9 aprile 1361 tra il podestÓ di Crema e i consoli dei comuni delle porte per la manutenzione di vie, ponti e strade del territorio tra le ville del contado di Crema, appartenenti alla Porta Rivolta (Albini 1974; Albini 1982) ed elencato tra i comuni del territorio di Crema nell'estimo del 1685 (Estimo veneto, 1685).

Gli Statuti di Crema del 1536 citano il console di Credera, elencato tra i comuni della Porta Rivolta (Statuti di Crema 1536, c. 35).

1798 - 1809
Secondo la legge emanata in data 1 maggio 1798 Credera era uno dei comuni del distretto 20 di Montodine del dipartimento dell'Adda (legge 1 maggio 1798/1).

Secondo la legge emanata in data 26 settembre 1798 Credera era uno dei comuni del distretto X di Castelleone del dipartimento dell'Alto Po (legge 26 settembre 1798).

Secondo la compartimentazione della Repubblica Cisalpina pubblicata con la legge emanata in data 13 maggio 1801 Credera (Creda nel testo di legge) era uno degli 81 comuni del distretto II di Crema del dipartimento dell'Alto Po (legge 13 maggio 1801).

Con decreto datato 8 giugno 1805 il comune di Credera in applicazione della legge del 24 luglio 1802 e in virt¨ dei 609 abitanti fu classificato come comune di III classe e era uno dei comuni del cantone II di Crema del distretto II di Crema del dipartimento dell'Alto Po (legge 24 luglio 1802; decreto 8 giugno 1805).

In base al compartimento entrato in vigore dal 1 gennaio 1810, pubblicato in seguito alle concentrazioni dei comuni avvenute in attuazione del decreto 14 luglio 1807, il comune di Credera fu concentrato nel comune denominativo di Moscazzano (decreto 14 luglio 1807; decreto 4 novembre 1809).

comune di Credera con Cassina San Carlo: 1816 - 1859
Nel compartimento territoriale delle provincie lombarde del 1816 Credera con Cassina San Carlo faceva parte del distretto VIII di Crema della provincia di Lodi e Crema (notificazione 12 febbraio 1816).

Nel compartimento del 1844 Credera con Cassina San Carlo era un comune con convocato del distretto VIII di Crema della provincia di Lodi (notificazione 1 luglio 1844).

Nel 1853 Credara con Cassina San Carlo, comune con convocato e una popolazione di 871 abitanti, fu inserito nel distretto V di Crema della provincia di Lodi e Crema (notificazione 23 giugno 1853).

Fonte
Progetto CIVITA - Le istituzioni storiche del territorio lombardo © 2000 - Regione Lombardia

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda del comune di Credera Rubbiano, inviaci un'email

Pagine Utili
Informazioni sul Comune di Credera Rubbiano
Lista Stemmi Provincia di Cremona
Notizie Regione Lombardia

Cerca nel sito

 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati