Comuni Italiani Blasonatura degli stemmi comunali della provincia di Roma (Regione Lazio). Lista descrizioni araldiche, loghi dei comuni

Stemmi Comuni Prov. di Roma

Stemma di Agosta
Troncato, al PRIMO d'oro alla croce benedettina di rosso; al SECONDO d'azzurro (campo di cielo) all'acquedotto su una pianura di verde; il tutto al naturale
Stemma di Albano Laziale
Troncato di azzurro e di verde, alla scrofa d'argento, attraversante, accompagnata da cinque lattonzoli, dello stesso, due in atto di attaccarsi ai capezzoli, uno posto a destra, due nei cantoni della punta; il tutto alla bordatura in filetto partita d'oro e di porpora. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante d'oro, il motto, in lettere maiuscole di nero, MATER URBIS. Ornamenti esteriori da Città
Stemma di Allumiere
Scudo ovale, cinque alture sovrastate da un albero di agrifoglio con bacche rosse, sormontato da un'aquila coronata volta a destra. Due rami, uno di agrifoglio con bacche rosse, l'altro di quercia, adornano lo scudo ovale
Stemma di Anticoli Corrado
D'azzurro, ai tre cipressi, in palo, sorgenti dalla campagna al naturale
Stemma di Anzio
Racchiudente nel suo ovale, la Dea Fortuna con una cornucopia nella mano sinistra e nella destra un timone, ritta su una ruota e con sfondo marino. L'ovale è sormontato dalla scritta "O DIVA GRATUM QUAE REGIS ANTIUM"
Stemma di Ardea
Bipartito in senso orizzontale con un airone bianco in campo rosso (in alto) e con una nave a vela greca in campo azzurro su onde bianche (in basso). Lo scudo è sormontato da una corona gemmata a cinque punte inglobate (la punta centrale termina a croce latina) ed è contornato da un nastro azzurro volante, a destra e a sinistra, recante in basso la denominazione di "COMUNE DI ARDEA"
Stemma di Ariccia
Campo di cielo alla ninfa in maestà coronata e recante nella destra lo scettro, nella sinistra un mazzo di tre fiori movente dalla punta; il tutto al naturale. Motto circolare: Universitas nobilis et vetustae terrae Ariciae
Stemma di Arsoli
Di colore azzurro, con all'interno la fenice d'oro fissante il sole orizzontale destro, sopra fiamme rosse e legni neri. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto in lettere maiuscole d'oro "post fata resurgo" (dopo le avversità risorgo). Lo scudo è ornato da fronde di alloro e quercia unite dal nastro tricolore. Sopra lo scudo una corona d'argento
Stemma di Bracciano
In campo azzurro un braccio con una mano che stringe una rosa rossa, frapposto ad un ramo d'ulivo ed uno di quercia. La parte superiore dello stemma è sormontata dalla Corona Comunale
Stemma di Campagnano di Roma
Scudo appuntato di colore verde, con raffigurata una campana dorata. Sopra lo scudo vi è una corona argentata, avente la forma di una torre merlata
Stemma di Canale Monterano
Scudo sannitico sovrastato da una corona municipale e incorniciato da due rami di quercia e di alloro. All'interno dello scudo sono raffigurati tre colli su sfondo azzurro su cui si ergono tre spighe di grano d'oro
Stemma di Capena
Scudo con all'interno una lepre di colore marrone che risale una verde collina con al centro la scritta orizzontale in argento CAPENATES. Nella parte alta dello scudo, su sfondo rosso, si trovano tre rami, uno di ulivo a sinistra, uno di frumento al centro ed uno di quercia a destra, legati nella parte inferiore con un nastro rosso
Stemma di Castel Gandolfo
Di cielo, al castello d'oro, murato di nero, merlato alla guelfa, fondato sulla pianura di azzurro, fluttuosa di argento, il castello formato da due torri unite al corpo centrale, esso corpo cimato da altra torre, più alta, le torri merlate di sei e finestrate di uno, di nero, il corpo centrale merlato di sette e chiuso di nero, la torre centrale cimata dall'angelo in maestà, d'argento, con il viso e le mani di carnagione, capelluto di nero, tenente con la mano destra l'asta, in banda alzata, di nero, munita del vessillo bifido di argento, caricato dalla croce di rosso, sventolante a destra. Ornamenti esteriori da Città
Stemma di Cave
Campo di cielo, alla sirena in maestà, d'argento, capelluta d'oro, coronata con la corona all'antica di cinque punte visibili, dello stesso, con le mani impugnati le due code squamate, d'oro, ripiegate verso il capo, sormontata dalla stella di sei raggi, d'oro, accompagnata in punta dalla colomba rivolta, d'argento, tenente nel becco il ramoscello d'olivo, di verde, posto in banda. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante d'azzurro, la scritta, in lettere maiuscole di nero "CAVARUM TERRA"
Stemma di Cervara di Roma
Scudo sannitico moderno, al centro, nel posto d'onore, è raffigurato un cervo slanciato verso destra, sullo sfondo il cielo è di colore azzurro. Nei cantoni destra, sinistro e nella punta sono raffigurate tre montagne di colore verde. La corona è formata da un cerchio d'argento aperto,da quattro pusterle (tre visibili) con due cordate a muro sui margini,sostenente una cinta aperta da sedici porte (nove visibili) ciascuna sormontata da una merlatura a coda di rondine, il tutto d'argento e murato di nero. L'elemento decorativo è formato da due fronde: una di alloro con bacche d'oro e l'altra di quercia con ghiande d'oro tenute insieme da un nastro tricolore
Stemma di Cerveteri
D'azzurro, al cervo tricipite, due voltati ed uno rivoltato al naturale passante sopra una campagna e tenente appoggiata alla spalla una lancia dorata, con banderuola rossa caricata dalle sigle C. C.
Stemma di Ciampino
Tagliato al PRIMO d'azzurro alle sei punte di dardo d'argento poste in ordine tre, due, uno, nel SECONDO di azzurro ai sei grappoli con viticci di verde posti in ordine uno, due, tre, alla sbarra sul tutto
Stemma di Cineto Romano
D'argento, alla pantofola di nero, foderata di rosso, sostenuta da due orsi di nero linguati di rosso, affiancati, sostenuti da pianura di verde, con la stella a dieci raggi di azzuro, posta all'altezza del capo
Stemma di Civitavecchia
D'azzurro, alla quercia di verde, fustata e sradicata al naturale, il tronco accostato dalle lettere maiuscole O e C, d'oro. Motto: S.P.Q.C. in lettere maiuscole d'oro, su lista d'azzurro bifida e svolazzante. Ornamenti esteriori da Città
Stemma di Fiumicino
Scudo sannitico, di colore azzurro, torre di rosso, mattonata di nero, finestrata con finestrella tonda, dello stesso, merlata alla guelfa di cinque, caricata sotto la finestrella dall'ancora di nero e da quattro spighe di grano d'oro, impugnate, attraversanti l'ancora, essa torre attraversante le prime due fasce e fondata sulla fascia inferiore della campagna interzata in fasce, la prima e la terza fascia di verde, la seconda di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Fonte Nuova
Di rosso, alla torre d'oro, murata di nero, finestrata e chiusa dello stesso, merlata alla guelfa di sette, sostenuta dalla collina, di verde, fondata in punta; al capo di azzurro, caricato da tre rose, di rosso, bottonate d'oro. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di rosso, il motto, in lettere maiuscole di nero, VALENTES IN CONCORDIA VICTORES. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Formello
Bandato d'argento e di rosso col capo del primo caricato di una rosa del secondo e sostenuto da una fascia d'oro carica di un'anguilla di verde ondeggiante nel verso della pezza. Capo della Repubblica: di rosso (porpora) al simbolo d'oro circondato da due rami di quercia e d'alloro, annodati da un nastro dai colori nazionali. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Frascati
D'azzurro a due chiavi d'oro passanti in decusse, sormontate dalle lettere S.P.Q.T. del medesimo e congiunte da un laccio di rosso
Stemma di Gallicano nel Lazio
D'azzurro, al gallo cantante al naturale, crestato, bargigliato, allumato di rosso, imbeccato e membrato d'oro, sostenuto dalla campagna diminuita di verde, mirante la stella di sei raggi d'argento, posta nel cantone destro del capo. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole d'oro, GALLUS CANIT. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Gavignano
Un'aquila bicipite in campo azzurro con in petto una targa d'argento con le lettere S.P.Q.G. con in capo una cometa d'oro, circondato da due rami di quercia e d'alloro annodati da un nastro con i colori nazionali
Stemma di Labico
Di rosso, all'aquila d'oro sonante da un monte all'italiana di tre cime di verde fondato in punta. Segni esterni di Comune
Stemma di Marino
Di cielo, al cavaliere cavalcante il cavallo d'argento, con gli zoccoli di nero, con gli arti anteriori alzati, il cavaliere vestito con la corta tunica di rosso, il viso, il collo, il petto, le braccia, le gambe, i piedi di carnagione, capelluto d'oro, tenente con la mano sinistra l'asta di nero con il puntale d'oro, munita di gagliardetto bifido, di argento, il cavallo con gli arti posteriori attraversanti il terreno collinoso di tre rilievi, di verde, uscente dai fianchi e fondato in punta. Ornamenti esteriori da Città
Stemma di Mazzano Romano
Lo stemma raffigura un giovane uomo che regge la mazza per rompere le pietre e tre spighe di grano
Stemma di Mentana
D'azzurro, al monumento mentanese, fondato sulla pianura erbosa al naturale. Motto: Dio, Patria, Umanità
Stemma di Monte Porzio Catone
Stemma bipartito: a sinistra compare il papa Gregorio Magno (per alcuni, invece, si tratterebbe di Sant'Antonino). Sulla destra vi è lo stemma dei Borghese, a lungo signori del luogo, formato da un'aquila e da un drago
Stemma di Monterotondo
D'argento al monte di tre cime al naturale, movente dalla punta e sormontato da una rosa di rosso di cinque petali
Stemma di Nettuno
D'azzurro al Dio Nettuno, coronato all'antica di oro, coi lembi cinti da un fascia di rosso, tenente con la sinistra un tridente e con la destra indicante la rotta; in piedi su una conchiglia, tratta verso destra da due cavalli marini, sul mare al naturale
Stemma di Palestrina
Scudo con fondo per metà verde e metà arancione in senso verticale, con tre corone di alloro intrecciate, poste due in alto e una in punta dello scudo con fascia azzurra annodata a quest'ultima a forma di fiocco. Lo scudo è contornato in oro. Al di sopra dello scudo vi è una corona color oro, con interno rosso, con 5 gemme, di colore rispettivamente verde, rosso, azzurro, rosso e verde, alternate a 4 perle bianche sulla fascia della corona stessa.
Stemma di Palombara Sabina
Di colore blu e rosso presenta al centro un monte a tre cime, sulla punta una palombella che reca nel becco un ramoscello d'ulivo
Stemma di Pomezia
D'azzuro alla bordura d'oro, al busto di giovanetta rurale di carnagione, vestita di verde, con fazzoletto rosso sul capo annodato alla nuca, ed una cesta d'oro, sistemata sulla testa ricolma di spighe e di frutta al naturale
Stemma di Roma
Scudo di forma appuntata, di colore porpora con croce greca d'oro, collocata in capo a destra, seguita dalle lettere maiuscole d'oro S.P.Q.R. poste in banda e scalinate, cimato di corona di otto fioroni d'oro, cinque dei quali visibili
Stemma di Sacrofano
D'oro, alla scrofa di nero, cinghiata d'argento, passante sulla campagna di verde, ornamenti esteriori da comune
Stemma di San Polo dei Cavalieri
Bandato d'argento e di rosso, al capo di azzurro, caricato dalla rosa di oro, sostenuto dalla fascia diminuita, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di San Vito Romano
Di rosso alla colonna d'argento, sorgente da un ristretto di terreno, accompagnata nel lato sinistro da un guerriero recante nella destra una palma, e da un cane, fermi sul terreno, il tutto al naturale e dal sole uscente dal cantone destro
Stemma di Santa Marinella
Nel PRIMO, di azzurro, alla torre d'argento, murata di nero, chiusa e finistrata di due, dello stesso, merlata alla guelfa di cinque, sormontata dalla stella di otto raggi, d'oro, e sostenuta dalla campagna di verde; nel SECONDO, d'oro, all'ancora di nero, con la trabe di rosso, sormontata dalla stella di otto raggi, di azzurro. Sotto lo scudo, sulla lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole d'oro, CASTRUM NOVUM ET PYRGI. Sopra lo scudo, la corona d'oro da città, e, sotto il motto, le due palme di verde, decussate, e legate dal nastro tricolore, con i colori nazionali
Stemma di Segni
Di rosso, al castello d'argento, aperto e biturrito, cimato da un grifo d'oro, passante, accompagnato in punta dalle iniziali d'oro S.P.Q.S. Lo scudo sarà circondato da una lista caricata del motto: Signia Civitas prima romanorum colonia
Stemma di Tivoli
Troncato: al PRIMO di rosso all'aquila coronata d'oro accostata da due torri d'argento con la leggenda "Libertas" in quella di destra e "Nobilitas" in quella di sinistra; al SECONDO d'azzurro al ponte di tre archi, d'argento, con la riviera fluttuosa dello stesso; nella testata del ponte la leggenda "Tibur Superbum"
Stemma di Tolfa
D'azzurro, al castello merlato di tre torri, al naturale, accompagnato da una figura di vecchia poggiata ad un bastone, conducente un vitello, terrazzato di verde, al monte di tre cime d'oro in punta. Ornamenti esteriori da Comune
Stemma di Trevignano Romano
Scudo in cui sono raffigurate tre viti piantate in riva al lago intercalate da una fascia con bande trasversali di colore giallo e viola
Stemma di Velletri
Torre in campo rosso, allori in campo d'argento racchiusi nel motto "est mihi libertas papalis et imperialis" più le quattro sigle S.P.Q.V., il tutto accollato sull'aquila bicipite austriaca ad ali spiegate, con la duplice corona reale imperiale
Stemma di Vicovaro
Campo di cielo, alla torre d'argento, murata di nero, finestrata di due dello stesso, chiusa con porta di nero alzata, merlata alla ghibellina di tre, aderente al lembo destro dello scudo, fondata in punta, unita al ponte di tre archi, d'argento, murato di nero, unito a sinistra al lembo dello scudo, fondato sulla massa d'acqua di azzurro, fluttuosa di argento, fondata in punta, esso ponte sostenente l'orso ritto, di nero,rivoltato, con le zampe anteriori protese verso la rosa di rosso, gambuta di verde, il gambo nodrito nel ponte e fogliato di quattro, dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune

Per segnalare aggiunte o correzioni da effettuare sulla scheda della provincia di Roma, inviaci un'email

Pagine Utili
Stemma Lazio
Dati Provincia di Roma
Lista Indirizzi Comuni
Province in Lazio

Cerca nel sito


 
Comuni-Italiani.it © 2004/2017 Prometheo  

Informativa Privacy - Note sui Dati